Home Cronaca Nigeriano accoltellato alla gola, all’addome e alle gambe. Salvato dai Carabinieri

Nigeriano accoltellato alla gola, all’addome e alle gambe. Salvato dai Carabinieri

CONDIVIDI
(Websource/Archivio)

Alla gola, all’addome e alle gambe. Proprio in questi punti aveva ferite da arma da taglio l’uomo di nazionalità nigeriana di trentotto anni trovato riverso a terra a Villa Literno, precisamente in via Volturno. L’uomo è stato accoltellato e lasciato in queste condizioni al suolo.
A seguito di una segnalazione al 112, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Casal di Principe sono intervenuti nelle primissime ore di questa mattina, alle 6.30 circa.
Nel momento in cui gli agenti sono giunti sul posto, l’uomo era ancora cosciente.
Sopraggiunti i sanitari del 118, il nigeriano è stato così trasportato immediatamente alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno.
L’uomo in queste ore si trova proprio lì, ricoverato in prognosi riservata. Sembrerebbe escluso per lui il pericolo di vita.
Procedendo con i rilevamenti di rito durante il sopralluogo sul luogo dell’aggressione, i militari hanno rinvenuto il manico e la lama di un coltello da cucina, di circa 30 cm. Sarebbe stato proprio questo lo strumento utilizzato per accoltellare il trentottenne.
I carabinieri della compagnia di Casal di Principe stanno proseguendo in queste ore nelle indagini.

Solo ieri un’altra violenta aggressione è stata subita da un altro uomo di nazionalità nigeriana a Villacidro, nel Medio Campidano, un paese di quattordicimila abitanti nel sud della Sardegna all’interno del centro d’accoglienza ‘Alle Sorgenti’.
Richard Amissah, un ragazzo di appena diciannove anni, è stato accoltellato dal connazionale Nosa Igibinosa, ventuno anni, al termine di una furiosa lite. Per il ragazzo diciannovenne non c’è stato purtroppo più nulla da fare.
BC