Home Cronaca Cosa ci faceva Jessica in casa del suo assassino?

Cosa ci faceva Jessica in casa del suo assassino?

CONDIVIDI

La vicenda dell’uccisione di Jessica  Valentina Faoro, la 19enne accoltellata dal 39enne Alessandro Garlaschi presenta ancora dei punti oscuri nonostante l’uomo abbia di fatto confessato oggi l’omicidio. In molti infatti si chiedono: “Cosa ci faceva Jessica in casa di Garlaschi e della sua compagna? Per quale motivo viveva con loro?”. Alcuni sostengono che Jessica fosse appena uscita da una comunità per ragazze madri dopo aver dato alla luce un bambino e che Garlaschi l’abbia accolta in quanto amico di suo padre. Qualcosa però non torna. Infatti, come hanno rivelato oggi alcuni colleghi del tranviere milanese, l’uomo aveva già ospitato in passato altre giovani ragazze ed era solito vantarsene con gli amici ai quali aveva anche mostrato la foto di una di queste giovani mentre stiravano in topless.

Le domande dunque sono molte. Che strana abitudine era dunque quella di ospitare giovani ragazze in quella casa? Che ruolo aveva in tutta questa vicenda la compagna dell’assassino? Che ruolo aveva il fidanzato di Jessica che poche ore prima della sua morte si scambiava con lei su Facebook cuoricini e frasi d’amore? Possibile che nessuno lo abbia ancora contattato per capire se sapesse cosa faceva Jessica in quella casa?

Molti descrivono la coppia che ospitava la ragazza come una coppia  “schiva e scostante” e altri riferiscono del fatto che l’uomo era stato denunciato da una vicina di casa per stalking non molto tempo fa.

F.B.