Home Cronaca Trovata con polsi e caviglie legate, donna muore di ipotermia

Trovata con polsi e caviglie legate, donna muore di ipotermia

CONDIVIDI
(Websource/Archivio)

E’ giallo a Pessino, frazione di Arquata Scrivia, piccolo paesino in provincia di Alessandria, dove una donna di 71 anni è stata trovata dal figlio in stato confusionale con mani e piedi legati nella sua seconda abitazione ed è morta durante il trasporto in ospedale. Al momento del ritrovamento, la donna, Iginia Fabbri, era in stato di semi coscienza e non è stata in grado di spiegare cosa le era successo, a trovarla è stato il figlio che, non appena l’ha vista, ha immediatamente chiamato i soccorsi. Nonostante il tempestivo arrivo dell’ambulanza, l’anziana è morta durante il trasporto in ospedale. Sul suo corpo non c’erano tracce di violenza fisica e la prima ipotesi è che la sua morte sia dovuta ad ipotermia.

Arrivati sul luogo poco dopo l’ambulanza, i Carabinieri stanno indagando sul caso per capire quanto è successo. L’ipotesi più probabile è che la donna sia stata vittima di rapinatori che non si aspettavano di trovarla in casa e che, una volta incontrata, hanno deciso di lasciarla legata: la casa, infatti, non è abitata, si tratta di un secondo appartamento utilizzato a mo di deposito. Secondo quanto riferito dal figlio della vittima, nell’appartamento non c’erano oggetti preziosi o denaro, ma solo mobili vecchi. Questo dettaglio porta gli investigatori a lasciare aperte altre ipotesi, ma ciò nonostante quello della rapina finita in tragedia sembra lo scenario più plausibile.

FS