Home News dal mondo Bimbo ucciso dal cancro, il padre si tatuò la sua stessa cicatrice...

Bimbo ucciso dal cancro, il padre si tatuò la sua stessa cicatrice in testa

CONDIVIDI
bimbo ucciso dal cancro
(Websource/archivio)

Non ce l’ha fatta Gabriel Marshall a sopravvivere al terribile male che lo aveva colpito da tempo. È morto infatti nelle scorse ore, vinto dal cancro, dopo aver commosso il mondo intero per quanto fatto da suo padre Josh. L’uomo, in segno di solidarietà per il figlio malato, si era fatto tatuare sulla testa la stessa cicatrice che anche il suo amato figlio aveva. E questo per infondergli coraggio e speranza e per farlo sentire meno solo in una guerra che un bambino di 9 anni non dovrebbe mai vivere.

Bambino malato, il cancro lo ha sconfitto

La famiglia Marshall risiede a Lawrence, una città del Kansas. E tutta la località locale, così come migliaia e migliaia di persone sul web, dove la storia del bambino malato era stata diffusa, hanno fatto sentire tutta la loro vicinanza. A dare la terribile notizia è stato proprio Josh, scrivendo che il suo piccolo Gabe “ha finalmente trovato le ali di angelo”. Il ragazzino nelle ultime settimane soffriva enormemente, con il suo quadro clinico che era sensibilmente peggiorato. Sei mesi fa era stato operato al cervello, e come conseguenza di ciò gli era rimasta quella cicatrice sul capo. Un’altra terribile notizia ha riguardato un bimbo di soli 2 anni, morto in attesa di essere sottoposto ad un trapianto.

S.L.