Home Casi Pamela Mastropietro, il nigeriano fa scena muta davanti al gip

Pamela Mastropietro, il nigeriano fa scena muta davanti al gip

CONDIVIDI

pamela mastropietro

Si arricchisce di un nuovo, orribile particolare la vicenda di Pamela Mastropietro, la ragazza romana di 18 anni uccisa e fatta a pezzi per poi essere abbandonata in due trolley nelle campagne di una località in provincia di Macerata. Secondo alcune fonti di stampa, la giovane sarebbe stata stuprata da Innocent Oseghale, il 29enne immigrato nigeriano con visto scaduto e precedenti per droga che è stato fermato per l’omicidio della ragazza. Si tratta di un’indiscrezione che – anche alla luce della smentita sui riti voodoo – resta tutta da chiarire.

Gli inquirenti hanno individuato le armi che sarebbero state utilizzate da Oseghale, che resta il principale sospettato per quanto avvenuto. Questi si sarebbe avvalso di candeggina per cercare di cancellare ogni traccia, con il prodotto acquistato nell’esercizio commerciale di un suo connazionale. Con la sostanza avrebbe ripulito i resti smembrati di Pamela Mastropietro per poi rinchiuderli nei trolley e gettarli via.

Pamela Mastropietro, Oseghale non risponde in tribunale

E quest’oggi, davanti al gip di Macerata, Innocent Oseghale non ha risposto ad alcuna domanda che gli è stata rivolta. L’udienza di convalida del fermo è cominciata alle ore 10:00 in tribunale a Macerata, ma l’imputato ha scelto di avvalersi della facoltà si non rispondere. Nel frattempo l’esame autoptico al quale sono stati sottoposti i resti di Pamela Mastropietro non hanno portato a capire quale sia stata la causa della morte. La giovane si trovava in cura presso una comunità di recupero di Corridonia, dalla quale si è volontariamente allontanata lo scorso 29 gennaio. Si pensa che possa essere entrata in contatto con Oseghale per acquistare della droga, ma che poi da questo contatto tutto sia proceduto fino alla sua tragica fine. Secondo gli inquirenti è anche possibile che Pamela possa essere morta per una overdose, ad ogni modo però la posizione del nigeriano sembra essere compromessa. Mentre era in corso l’udienza, per le strade di Macerata si consumava la follia: qualcuno a bordo di un’auto avrebbe attraversato la città sparando all’impazzata contro i passanti. Ci sarebbero dei feriti, sembra dei migranti.

S.L.