bronchiteQuella che sembrava una banale bronchite si è trasformata in realtà per il povero Ivan De Lorenzo nella sua trappola mortale. D’altronde chi poteva immaginare che dei sintomi simili a quelli dell’influenza potessero poi portarlo a morte nel giro di pochi giorni?
Il 46enne cuoco di Auronzo di Cadore in provincia di Belluno, sembrava essere uno dei tanti malati di influenza a causa del virus che in questo periodo sta imperversando nel nostro Paese. Visti i sintomi Ivan era andato dal suo medico convinto di avere per l’appunto l’influenza e magari una bronchite, come riportato da Oggi Treviso.

Non poteva immaginare che il suo problema fosse in realtà di tutt’altra natura. Il suo cuore infatti stava letteralmente per scoppiare e per questo motivo il 46enne ha avuto poche ore dopo quella visita dal medico di famiglia due arresti cardiaci in rapida successione, come riportato da Il Gazzettino.

Ivan è stato ricoverato d’urgenza all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, ma le sue condizioni sono apparse subito disperate. Era lunedì quando il cuoco è entrato in ospedale. I medici hanno fatto di tutto per provare a salvarlo, ma di fatto lo hanno tenuto in vita artificialmente fino a giovedì quando poi si sono dovuti arrendere all’evidenza e dichiararne l’avvenuto decesso. Una tragedia che ha colpito la famiglia per la sua celerità.

Fonti: Oggi Treviso, Il Gazzettino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui