“Riposa in pace, Ciro”. Incidente assurdo, famiglia straziata: “Era felice”

0
8
ciro
(Websource/archivio)

La Procura di Napoli Nord ha disposto l’autopsia sul cadavere di Ciro Ascione, il 16enne scomparso da Arzano lo scorso 20 gennaio ed il cui cadavere è stato ritrovato nella giornata di ieri presso la stazione ferroviaria di Casoria, popoloso comune della provincia partenopea, come riportato da Il Corriere della Sera. Gli inquirenti sembrano escludere l’ipotesi relativa al suicidio: il giovane, secondo le prime osservazioni da parte chi di sta portando avanti l’indagine, sarebbe rimasto vittima di una fatalità oppure delle cattive intenzioni di qualcuno.

Ciro Ascione, due le ipotesi plausibili per gli investigatori

Sul corpo sono già state condotte delle analisi preliminari secondo le quali sarebbe da escludere l’ipotesi di un impatto con un treno in corsa, mentre le stesse lesioni sarebbero compatibili con quelle di una caduta dal convoglio in movimento. Inoltre pare sia spuntata anche una telefonata anonima con la quale le forze dell’ordine avrebbero ricevuto una comunicazione relativa alla morte di Ciro Ascione. Tra le ipotesi prese al vaglio dalle autorità c’è anche la pista di una aggressione subita dalla vittima e culminata con la sua defenestrazione dal treno, oppure di una caduta accidentale a causa di un malfunzionamento delle porte del mezzo. La famiglia di Ciro Ascione per prima esclude qualsiasi proposito di suicidio da parte del ragazzo, che aveva trascorso una giornata in tutta spensieratezza nelle ore immediatamente precedenti la sua morte.

S.L.

Fonte: Il Corriere della Sera

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui