Home Senza categoria La studentessa confessa: “Sono dipendente dai film porno”

La studentessa confessa: “Sono dipendente dai film porno”

CONDIVIDI

Erica Garza ha confessato in un libro e in un’intervista al New York Post la sua dipendenza dal porno e dal sesso e il modo in cui è riuscita a venirne fuori. La donna che oggi ha 35 anni spiega come tutto sia iniziato quando ne aveva 15. All’epoca uscì il video hard di Pamela Anderson: “Mi nascondevo col computer nell’armadio, parte dell’eccitamento veniva dal rischio di venire beccati”.

Tutto derivava però dai tempi delle medie quando Erica era costretta a indossare un busto ortopedico per curare la sua scoliosi. Tutti la prendevano in giro e lei aveva trovato una via di fuga nelle scene soft porno che andavano in onda sui canali privati a tarda sera. A 17 anni fece l’amore per la prima volta e già in quell’occasione capì che aveva bisogno di farlo sempre con un video porno acceso: “Mi sentivo a disagio con la persona con cui facevo sesso se non c’era un video hard di sfondo. Era come alzare un muro che non ci costringeva a raggiungere un’intimità troppo stretta”.

Poi il piano dei video e quello della realtà si sovrapposero ed Erica andava in giro a cercare esperienze sessuali sempre più estreme, spesso con sconosciuti e senza alcuna protezione. “Man mano la mia vita sessuale assomigliava sempre più a quella dei film in cui le donne venivano umiliate: dopo i rapporti mi sentivo sempre più debole, non amata, e usata. Ma allo stesso tempo usavo gli uomini per soddisfare i miei bisogni.”

Poi la svolta con l’incontro con l’uomo che poi sarebbe diventato suo marito: “All’inizio della nostra relazione guardavamo insieme i film hard perché ormai mi ero abituata a farlo, ma lui a un certo punto ha voluto che gliene spiegassi la ragione, cosa che nessuno aveva mai fatto. Per la prima volta mi sono sentita al sicuro, sostenuta e certa di potere davvero essere me stessa. Ho smesso di guardare porno per sei mesi, e adesso lo faccio solo occasionalmente e in maniera sana”.

F.B.