Home Cronaca Morte Paola Manchisi, il padre: “Ho provato a salvarla, ma lei non...

Morte Paola Manchisi, il padre: “Ho provato a salvarla, ma lei non voleva”

CONDIVIDI

paola manchisiSono ancora molti gli interrogativi sulla morte di Paola Manchisi, una ragazza di appena 31 anni che è rimasta chiusa in casa per 15 anni e che è deceduta ad inizio anno di stenti. Nel corso delle scorse settimane, infatti, abbiamo appreso che tutti erano a conoscenza delle condizioni in cui viveva la ragazza e che persino gli assistenti sociali avevano fatto un sopralluogo e sottolineato che Paola viveva in condizioni igienico sanitarie pessime. Alla luce di queste informazioni ci si è chiesti per quale motivo nessuno abbia provato ad aiutarla, ma a questo interrogativo non c’è ancora una risposta.

Nella puntata di ieri di ‘Chi l’ha visto?’ gli inviati del programma di Rai 3 sono tornati nel paesino pugliese ed hanno intervistato il padre della ragazza, il quale ha spiegato di aver tentato più volte di aiutare la figlia ma che questa ha sempre rifiutato di cambiare vita sostenendo di voler vivere in quel modo. In seguito sono stati intervistati vicini e compagni di classe che hanno fornito ulteriori dettagli sulla storia di Paola, acuendo la percezione del suo disagio mentale.

In particolare colpisce il racconto di una compagnia di classe: la ragazza racconta di un giorno a scuola in cui Paola ha ricevuto un 9 in un compito in classe. Un voto eccellente che ha lasciato scontenta la ragazza perché non era il più alto della classe. Secondo la ragazza è stata quella occasione che l’ha convinta a lasciare gli studi. Un altra avvisaglia del suo disagio è stata la frase che Paola ha detto ad un’amica: l’allora diciassettenne ha detto di voler tornare a mangiare quanto il cuginetto appena nato per tornare bambina, il periodo in cui era ancora felice.

F.S.