Home News dal mondo Trovato appeso ad un palazzo e congelato. Morto ragazzo 26enne

Trovato appeso ad un palazzo e congelato. Morto ragazzo 26enne

CONDIVIDI
congelato
(Websource/archivio)

Siberia. Un ritrovamento che ha scosso un pò tutti gli interessati, una scoperta avvolta nel mistero. Sopra un dormitorio studentesco della cittadina siberiana di Kemerovo, a ben 12 metri di altezza, Yevgeny Tikhonov, 26 anni è stato trovato morto, appeso a un palazzo. Il ragazzo era uno scalatore professionista, un famoso climber russo, interamente congelato. C’era ghiaccio intorno ai suoi piedi e la sua testa era bloccata, ma le cause della sua morte sono un ancora misteriose. Ipotesi varie, tra cui suicidio, omicidio o pura casualità. E pensare che Yevgeny era diventato famoso proprio per le sue arrampicate mozzafiato sui palazzi, da capire dunque se il suo fosse un tentativo di mettere in atto una nuova impresa.

A notare per prima il suo corpo esanime sarebbe stata una ragazzina che non ha esitato, nonostante lo choc, di avvisare le forze dell’ordine. Secondo la polizia, accorsa immediatamente sul luogo incriminato, il cadavere era lì da moltotempo ed il congelamento arrivato a causa delle temperature gelide soprattuttodurante la notte quando arriva fino a 27 gradi sotto lo zero. Molto conosciuto in patria, non solo per le sue arrampicate pazze, ma anche perchè aveva lavorato alla loro ristrutturazione, quindi era piuttosto esperto. L’edificio poi, non era altissimo e sembra strano che sia potuto morire proprio li, in quella posizione, appeso. A far venire dubbi ancor maggiori, i video postati sui social, dove  è possibile assistere ed ammirare le sue imprese, decisamente ben più ardue di questo “misero” dormitorio di periferia.

GVR