Home Cronaca Una miscela a base di broccoli per prevenire il cancro al colon-retto

Una miscela a base di broccoli per prevenire il cancro al colon-retto

CONDIVIDI

broccoliIl cancro del colon-retto è uno dei tumori più comuni al mondo, in particolare nei Paesi più sviluppati. Sebbene i tassi di sopravvivenza a 5 anni per gli stadi precoci di questo tumore siano relativamente buoni, nelle fasi successive la sopravvivenza diminuisce e il rischio di recidiva del cancro aumenta considerevolmente. Per aiutare a risolvere questo problema, un team di ricercatori nel laboratorio di Medicina NUS del professore associato Matthew Chang ha trovato un modo per trasformare un comune cocktail di batteri e verdure in un sistema mirato che cerca e uccide le cellule cancerose del colon-retto. Lo studio, guidato dal dott. Chun-Loong Ho, è stato pubblicato online e nel numero in uscita di Nature Biomedical Engineering.

Il cuore di questo sistema per sconfiggere il cancro è una forma ingegnerizzata di E. coli Nissle, un tipo innocuo di batteri trovati nell’intestino. Utilizzando tecniche genetiche, il team di ricercatori ha ingegnerizzato i batteri in un probiotico che attacca alla superficie le cellule cancerose del colon-retto e secerne un enzima per convertire una sostanza presente nelle verdure crocifere (come i broccoli) in un potente agente antitumorale. L’idea era che le cellule tumorali nelle vicinanze si “nutrissero” di questo agente antitumorale e venissero uccise. L’idea di base è che il sistema deve essere indirizzato solo alle cellule cancerose del colon-retto.

La miscela di probiotici ingegnerizzati con un estratto di broccoli o acqua contenente la sostanza alimentare ha ucciso più del 95% delle cellule tumorali del colon-retto in un piatto. Inoltre, la miscela (simile a uno yogurt) non ha avuto alcun effetto sulle cellule di altri tipi di cancro come il cancro al seno e allo stomaco. Sorprendentemente, la combinazione di probiotici-vegetariani ha ridotto il numero di tumori del 75% nei topi con tumore del colon-retto. Questi probiotici si possono utilizzare in due modi: 1) come prevenzione e 2) per ripulire le cellule tumorali rimanenti dopo l’intervento chirurgico rimozione di tumori. Chang ha sottolineato: “Stiamo trasformando potenzialmente la nostra normale dieta in un regime terapeutico sostenibile e a basso costo”. Ancora più risoluto il suo collega Ho: “Le mamme hanno ragione: mangiare verdure fa bene”.

GM