Home News Mondo Iraq, doppio attentato kamikaze causa 38 morti ed oltre 100 feriti

Iraq, doppio attentato kamikaze causa 38 morti ed oltre 100 feriti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:05
CONDIVIDI

attentato kamikaze

Due attentatori suicidi si sono fatti esplodere in un affollato mercato di strada nel centro di Baghdad, nelle prime ore di oggi. Le esplosioni hanno causato la morte di almeno 38 persone, come confermato anche dal ministero dell’Interno dell’Iraq. I terroristi  hanno colpito in piazza Tayran, in una zona commerciale al centro della città, come rivelato dal portavoce del ministero, il generale Saad Maan. L’area intorno alla piazza è solitamente affollata da operai in cerca di lavoro e le esplosioni hanno ferito circa 100 persone, con il numero che è destinato a salire. Subito dopo le forze di sicurezza hanno interdetto l’accesso all’area, consentendo il passaggio alle sole ambulanze. Contestualmente sono cominciate anche le operazioni per rimuovere i corpi oltre che i detriti ed anche il sangue.

Doppio attentato suicida a Baghdad, è una catastrofe

Sui social network alcuni utenti hanno pubblicato immagini di gente morta e di arti amputati. Non è giunta ancora alcuna rivendicazione per questo gesto, ma tutto lascia presagire che i due attentatori fossero legati all’Isis, che ha già perpetrato molti altri attacchi con modalità simili in passato. Le esplosioni si sono verificate simultaneamente e sono giunte dopo un periodo di relativa calma che aveva contraddistinto Baghdad negli ultimi tempi, specialmente da un mese a questa parte, quando era stata annunciata la vittoria sullo stato islamico. Funzionari iracheni e statunitensi hanno avvertito che l’Isis continuerà comunque con delle azioni sovversive come questa, in grado di mettere a repentaglio la vita di numerosi civili, nonostante le operazioni congiunte dei due eserciti siano riuscite a sradicare i miliziani fondamentalisti in tutto il Paese, dopo tre anni di guerra che hanno portato grandissima devastazione e centinaia di morti soprattutto nella parte nordoccidentale. Si tratta di circa un terzo dell’Iraq, in cui i miliziani dell’Isis si erano arroccati. Anche in Afghanistan le forze alleate sono alle prese con dei frequenti attentati da parte dei cani sciolti dello stato islamico.

S.L.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]