Home Cronaca Noemi Durini, Lucio Marzo accusa Fausto: “L’ha uccisa lui”

Noemi Durini, Lucio Marzo accusa Fausto: “L’ha uccisa lui”

CONDIVIDI

noemi duriniIeri, nel corso della trasmissione ‘Quarto Grado’, in onda su Retequattro, si è parlato del caso della morte di Noemi Durini, la ragazza salentina uccisa a settembre. E’ stato mandato in onda l’interrogatorio di Lucio, il giovane accusato di aver ucciso la fidanzata Noemi. Nel frattempo però, è emersa una lettera che Lucio Marzo ha consegnato a un poliziotto penitenziario, in cui il giovane racconta un’altra verità, ben diversa dalla confessione: “Non ho ucciso Noemi”.

Secondo questa nuova versione dei fatti, Lucio Marzo quella sera era con Noemi a Castrignano del Capo, in provincia di Lecce. Qui la ragazza sarebbe stata poi uccisa, ma a sferrare le coltellate non sarebbe stato il giovane, bensì un’altra persona che in questa vicenda peraltro era già stata coinvolta in precedenza. Si tratta di Fausto Nicolì, l’uomo che – dopo essere giunto sul posto a bordo di una Seat Ibiza – secondo le accuse di Lucio avrebbe consegnato alla sedicenne una pistola, con la quale Noemi avrebbe voluto uccidere i genitori del ragazzo. A un certo punto, la sedicenne e Fausto Nicolì avrebbero litigato e l’uomo avrebbe accoltellato Noemi Durini.

La lettera di Lucio Marzo è datata 3 gennaio e sarebbe composta da tre fogli. Intanto, ora arriva l’esito della perizia psichiatrica. Lo psichiatra Alessandro Zaffarano e la psicologa Maria Grazia Felline, nominati dal gip della Procura dei Minori Ada Colluto, riconoscono al ragazzo la capacità di intendere e di volere.

GM