Home News dal mondo La giovane mamma si rifiuta di abortire: la figlia nasce sana

La giovane mamma si rifiuta di abortire: la figlia nasce sana

CONDIVIDI

A Kamelia Walters, 25 anni, da Croydon, nel sud di Londra, i medici consigliarono di abortire, dicendole che il feto era malato. Lei si rifiutò e oggi mostra le immagini della sua bambina, perfettamente sana. La giovane ha detto che è andata al St George’s Hospital per la prima ecografia a gennaio 2016. Ma quella che avrebbe dovuto essere un’occasione felice si trasformò in un incubo quando i medici le diedero la notizia sulla bimba non ancora nata. I medici hanno continuato a dire a Kamelia che sua figlia era “probabilmente” affetta da osteogenesi imperfetta di tipo III. La rara condizione genetica causa ossa fragili che si rompono costantemente durante la vita di un malato. La patologia si porta poi dietro un’altra serie di problematiche.

Kamelia ha raccontato a ‘The Sun’: “Ero così spaventata quando mi è stato detto per la prima volta. Hanno iniziato a dirmi che potevo abortire. Ero pietrificata quando sono tornata a casa quel giorno. Stavo solo piangendo con mia mamma e lei ha detto che non ci credeva perché nessuno nella mia famiglia ha qualcosa del genere”. I medici le hanno poi spiegato che l’unico modo per essere certi del 100% della loro diagnosi era con un test che portava la possibilità di provocare un aborto spontaneo. Ha detto che ha scelto di rifiutare il test e continuare la gravidanza nonostante ciò che le era stato detto.

Ma quando alla fine è nata la piccola Kyla-Shae Anderson, i medici hanno constatato che era perfettamente sana. “Ho detto, ‘non sembra che ci sia qualcosa di sbagliato in lei’ e ho appena iniziato a piangere”, ha spiegato la mamma, che mostra ora soddisfatta le foto di quella bambina, che ha adesso 18 mesi e sta crescendo benissimo.

GM