Home Cronaca Ragazzino morto a Nuoro, è suicidio: la conferma da un biglietto

Ragazzino morto a Nuoro, è suicidio: la conferma da un biglietto

CONDIVIDI

francesco porcu

Hanno trovato riscontro i sospetti delle forze dell’ordine in merito alla morte di Francesco Porcu, il ragazzino di quasi 14 anni morto ieri pomeriggio a causa di un colpo di fucile partito dall’arma appartenente al padre e quest’ultimo utilizzava per la caccia. L’uomo era il sindaco di Galtellì, il comune sardo in provincia di Nuoro dove si è consumata la tragedia. In realtà il giovanissimo si è sparato, scegliendo quindi deliberatamente di uccidersi. E questa era la pista maggiormente accreditata dagli inquirenti. Il suicidio è stato confermato dal ritrovamento di un bigliettino lasciato dallo stesso Francesco. Nel messaggio la vittima saluta per l’ultima volta la madre, il padre e le due sorelle.

Francesco ritrovato già cadavere dalla sorella

Ad accorgersi del corpo di Francesco ormai privo di vita ed immerso in un lago di sangue era stata la sua sorella maggiore. I soccorritori del 118, giunti in poco tempo dopo essere stati allarmati, difatti non hanno potuto fare altro che constatare la morte dell’adolescente. Intanto le autorità giunte nell’abitazione dei Porcu hanno portato avanti i loro rilievi fino a notte fonda, per poi scoprire il messaggio lasciato da Francesco. È stato confermato che quest’ultimo è deceduto sul colpo ed ora il cadavere si trova nell’ospedale ‘San Francesco’ dove sembra dovrebbe comunque avere luogo una autopsia

S.L.