Home Altre News Autostrade, aumenti in arrivo dal 1° gennaio

Autostrade, aumenti in arrivo dal 1° gennaio

CONDIVIDI

Non se ne sentiva il bisogno, ma puntuale insieme all’anno nuovo arriverà anche l’aumento, ormai tristemente consueto, dei pedaggi autostradali. Con cifre e percentuali diverse gli aumenti riguardano in sostanza tutte le zone d’Italia con un aumento medio  del 2,74%.

Per percorrere i 31Km del tratto Aosta Ovest-Morgex si pagherà addirittura il 52% in più rispetto all’attuale pedaggio. Consistenti anche gli aumenti  di Strada dei Parchi (+12,89%) e Autostrade Meridionali (+5,98%), Milano Serravalle-Milano Tangenziali  (+13,9%) e  Torino-Milano (+8,34%). Per quanto riguarda  le controllate del gruppo Sias Autostrada dei Fiori (Savona-Ventimiglia), Ats (Torino-Savona), Salt (Sestri Levante-Livorno, Viareggio-Lucca e Fornola-La Spezia), Satap (A4 Torino-Milano ed A21 Torino-Piacenza), Sav (A5 Quincinetto-Aosta), Cisa (A15 La Spezia—Parma) ci sarà invece un aumento medio del 3,02%. Aumenti anche sulla rete di Autovie Venete ma piuttosto contenuti (+1,88%). In quest’ultimo caso il ministero delle Infrastrutture spiega: “Un incremento molto contenuto in ogni caso, visto che, a seconda delle tratte varia fra i dieci e i trenta centesimi, ma che su alcune addirittura non scatta per il meccanismo di arrotondamento”.

Per quanto riguarda Autostrade Meridionali (+5,98%) il ministero spiega: “Tale incremento include anche il riconoscimento degli incrementi tariffari non già riconosciuti nel periodo 2013-2017”.