Home News dal mondo Natale di dolore per quattro bimbi, la mamma muore per un cancro

Natale di dolore per quattro bimbi, la mamma muore per un cancro

CONDIVIDI

cancroMancavano pochi giorni al Natale del 2016 quando i medici diagnosticarono a Donna Lowe un tumore della cervice uterina. Erano i giorni frenetici prima della festa più amata dai bambini e nessuno poteva immaginare in quel momento che quello sarebbe stato l’ultimo Natale di Donna. Il marito Elliott e i loro quattro figli piccoli rimasero soli nell’agosto successivo quando il loro punto di riferimento ormai ridotta a pelle e ossa, letteralmente mangiata dalla devastante malattia, morì.

Oggi, ad un anno dalla scoperta di quella malattia che portò via Donna, il marito ha voluto rendere pubbliche le ultime strazianti immagini di sua moglie affinché tutte le altre donne capiscano quanto sia importante prevenire i tumori che interessano l’utero.

L’uomo spiega: “La diagnosi che fece crollare tutto il nostro mondo arrivò tre giorni prima di Natale. Poi a gennaio l’ulteriore botta. I medici ci dissero che il cancro si era già diffuso ai linfonodi della regione pelvica. Donna si è sottoposta a sedute giornaliere di chemioterapia e radioterapia, ha combattuto strenuamente soprattutto per i nostri bambini”. Ma ad agosto tutto è finito e Donna a soli 32 anni si è dovuta arrendere. 

I bambini, che ora hanno dai 5 agli 11 anni, fanno fatica a capire ed accettare questa immensa perdita. Il papà spiega: “La mia primogenita è arrabbiata con tutto il mondo, il mio figlio disabile pensa ancora che la mamma torni a casa da un momento all’altro e l’altra mia figlia si allontana da tutto e da tutti. La più piccola dice a tutti che la sua mamma è nel suo cuore e nella sua testa. Io temo il Natale, non ho idea di cosa aspettarmi o di come reagiranno i bambini, dovrò navigare a vista e reagire nel modo corretto in base a ciò che accadrà”. 

Nonostante tutto quello che ha passato e che sta passando Elliott sta altruisticamente cercando di aumentare la consapevolezza delle donne sul cancro del collo dell’utero e incoraggia tutte a non rimandare mai per nessun motivo al mondo il pap test.