Home Cronaca Pedopornografia, arrestato ispettore Inail e la compagna

Pedopornografia, arrestato ispettore Inail e la compagna

CONDIVIDI

pedopornografia

Il Tribunale di Perugia ha spiccato un mandato di arresto per pedopornografia e concorso in violenza sessuale all’indirizzo di un ispettore Inail in servizio a Brindisi, su richiesta della Procura del capoluogo umbro. L’uomo, 50 anni, aveva sollecitato ad una 42enne di Foligno l’invio di video che ritraevano la figlia di quest’ultima di soli 7 anni in pose oscene. I due si erano conosciuti in chat, ed a carico della donna c’era già stato un arresto per violenza sessuale aggravata la scorsa estate.

Pedopornografia, tutto è partito da una segnalazione

A far partire il tutto erano state delle lavoratrici di un call center, delle cartomanti da quanto si apprende, che erano venute a conoscenza di questo fatto di pedopornografia dalla stessa 42enne. Per cui è stata allertata la Squadra mobile di Perugia, e le forze dell’ordine hanno provveduto a sequestrare il pc personale dell’uomo per cercare altri indizi a suo carico. Il 50enne è stato tratto in manette questa mattina dopo essersi presentato regolarmente al lavoro nel suo ufficio. Ora è attualmente detenuto presso il carcere di Brindisi, prossimamente sarà sottoposto ad interrogatorio. Anche la donna si trova sotto custodia cautelare. La scorsa settimana a Foggia era accaduto un altro atto decisamente riprovevole, con un 48enne che aveva picchiato ed abusato sessualmente della figlia davanti agli occhi della nipotina.

S.L.