Home Cronaca Turista morto a Malpensa, polizia sotto accusa: “E’ un pestaggio” – VIDEO

Turista morto a Malpensa, polizia sotto accusa: “E’ un pestaggio” – VIDEO

CONDIVIDI
(screenshot video)

E’ scontro tra due versioni dei fatti divergenti sulla morte di Aldo Laci, cittadino albanese, 44 anni, in Italia come turista. L’uomo era appena sbarcato a Malpensa, quando sarebbe stato violentemente aggredito da diversi agenti di polizia. Le forze dell’ordine si difendono e sostengono che Aldo Laci fosse sotto effetto di cocaina. Tale circostanza non è peraltro smentita dall’avvocato Enzo Lepre, legale della famiglia.

Questi però ritiene che la morte “sia stata causata direttamente, o abbia avuto come concausa, l’aggressione subita dalle forze dell’ordine che hanno partecipato al fermo”. Dai video delle telecamere, secondo quanto scrive il legale, “si evince in modo irrefutabile come Aldo Laci sia stato colpito prima alla testa, poi al collo, scaraventato a terra, e poi ripetutamente colpito con pugni al corpo e al costato”.

Una versione dei fatti che non piace alle forze dell’ordine e Gianni Tonelli, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap), replica: “Questo è un film già visto, perché sostenere che cinque poliziotti siano stati violenti causando la morte di un fermato, fa notizia e alimenta la macchina del fango. La linfa vitale per i processi mediatici”. Tonelli aggiunge: “I primi esami hanno parlato di morte naturale, escludendo responsabilità dei miei colleghi, dunque confidiamo nella giustizia. Non dimentichiamo che il 44enne era in stato di alterazione psicofisica a causa degli effetti della cocaina. E’ ora di finirla. Non si può trasformare in martire chi delinque e in criminale chi svolge correttamente il proprio lavoro a tutela dei cittadini”. La vicenda richiama quella di Michele Ferrulli, l’uomo morto per infarto in via Varsavia a Milano il 30 giugno 2011, mentre veniva ammanettato a terra da quattro agenti. In quel caso i poliziotti vennero assolti in Cassazione.

GUARDA VIDEO

GM