Home News dal mondo Corpo di una bambina morta ripescato nel torrente, arrestato il compagno della...

Corpo di una bambina morta ripescato nel torrente, arrestato il compagno della madre

CONDIVIDI

I sommozzatori della polizia hanno trovato all’interno di un torrente il cadavere di una bambina morta, la cui eta è stata stimata in tre anni. Si ritiene che il corpo appartenga a Mariah Woods, stata al centro di un’enorme operazione di ricerche da parte della polizia che è iniziata una settimana fa. I resti sono stati rinvenuti lo scorso fine settimana e per tutto questo è stato incriminato il fidanzato della mamma di Mariah, Earl Kimrey. Per lui l’accusa è di infanticidio e di occultamento di cadavere, ma la polizia del North Carolina, lo stato americano dove è avvenuta la tragedia. Un agente dell’FBI che ha seguito il caso ha affermato che non si poteva fare niente per salvare Mariah, nonostante l’intervento del 911. La bambina era già morta da tempo. Per quanto riguarda l’imputato, le colpe che gli vengono addossate sono chiare, fa sapere l’agente, che aggiunge anche come non verranno svelati ulteriori dettagli. Kimrey, in base a quanto ricostruito dagli agenti, ha rimosso il corpo della bambina morta dal luogo in cui l’aveva uccisa e che ancora non si conosce, per nasconderlo nel torrente dove poi una squadra di sommozzatori lo ha trovato alle 17:30 di sabato scorso. Sedici ore prima lo stesso Kimrey era stato arrestato.

Bambina morta, i dubbi del padre

La scoperta del cadavere di Mariah è avvenuta per la precisione nella contea di Pender, distanze circa 40 km dalla casa della bambina a Jacksonville, dove anche l’omicida conviveva con la piccola vittima e con la madre di quest’ultima. Il corpo a dire la verità non è ancora stato formalmente identificato, ma gli inquirenti hanno in mano tutta una serie di elementi che li rende sicuri del fatto che si tratta di Mariah Woods. La madre della bambina, Kristy Woods, aveva dichiarato di avere visto la figlia per l’ultima volta domenica 26 novembre, dopo averla messa a letto. Il suo ormai ex compagno Earl Kimrey, 32 anni, è accusato anche di aver ostacolato la giustizia, di furto criminale aggravato e di possesso di refurtiva. Ed i capi di imputazione potrebbero anche aumentare. Il padre di Mariah, protagonista di un contenzioso con la sua ex moglie Kristy, ha sollevato poi diversi dubbi riguardo a quanto accaduto alla bambina morta: “Qualcuno ha preso mia figlia e se ne è andato indisturbato, e nessun altro ha sentito le urla della piccola? Possibile che non abbia pianto e gridato, con altre quattro persone in casa?”. Le indagini vanno avanti per chiarire alcune circostanze ancora poco chiare. Un altro bruttissimo episodio, molto diverso per dinamiche, è avvenuto altrove e ha riguardato un altro bambino.

S.L.