Home Cronaca Venezia, ragazzo annegato mentre lavorava in barca: aveva solo 18 anni

Venezia, ragazzo annegato mentre lavorava in barca: aveva solo 18 anni

CONDIVIDI

Una tragedia è avvenuta a Venezia, con un giovane annegato nel canale a ridosso della Giudecca tra Sacca Sessola e l’Isola di San Clemente. La vittima si chiamava Fabio Gasparini, aveva compiuto 18 anni da poco tempo ed è incappato nel fatale incidente mentre stava lavorando. Il giovane è finito in acqua mentre si trovava sulla propria imbarcazione, finita poi alla deriva e la cui presenza è stata segnalata alla polizia ed ai vigili del fuoco da un conducente di un mezzo Actv. Il giovane annegato stava prestando servizio per il corriere Dhl da appena una settimana. Il corpo del ragazzo, residente nel comune di Castello, era stato avvistato sempre dal conducente mentre si trovava a pelo d’acqua. I soccorsi giunti poco dopo non hanno potuto fare niente per salvarlo.

Ragazzo annegato, si pensa ad una tragica fatalità

Intanto sulla vicenda è intervenuta anche la questura, che ha ordinato l’immediato sequestro della barca sulla quale si trovava Gasparini. Dopo una prima osservazione non sarebbero risultati danni al mezzo, si esclude quindi qualsiasi implicazione legata ad impatti con altre imbarcazioni. Questo lascia pensare che la morte del 18enne sia avvenuta perciò per una tragica fatalità. Il ragazzo annegato è stato riconosciuto da un suo collega; non era stato possibile verificarne subito l’identità perché la vittima non aveva i documenti con se. Adesso il magistrato dovrà disporre se procedere o meno con l’esame autoptico, per capire se Gasparini abbia avuto magari un malore improvviso. Un’altra tragedia è accaduta sempre nelle scorse ore a Vibo Valentia, e ha coinvolto una sfortunatissima 12enne.

S.L.