Home Cronaca Alessio, piccolo tifoso juventino, è morto di cancro a 10 anni

Alessio, piccolo tifoso juventino, è morto di cancro a 10 anni

CONDIVIDI

“I bambini hanno molto da insegnarci. Alessio nei brevi anni della sua vita ha regalato amore e tanta gioia di vivere Come accettare una morte così?”, queste le commoventi parole di don Angelo Bianchi, per ricordare il piccolo Alessio Chiarovano, di 10 anni, deceduto per una forma tumorale. Grande il lutto per la comunità di Castellamonte, provincia di Ivrea. Il sacerdote ha spiegato nella sua omelia: “La nostra fede e la parola di Dio aprono un piccolo spiraglio, noi non capiamo, facciamo fatica, ma forse il Signore voleva che Alessio non soffrisse più, voleva avere vicino questo piccolo angelo, il suo sorriso speciale. Proviamo ad immaginarlo sulle ginocchia del Padre, mentre gioca con lui, mentre gli parla”.

Quindi don Angelo ha concluso: “Mi ricordo, caro Alessio, quando mi facevi da chierichetto con una serietà incredibile. Io adesso sono qui, non ti ho abbandonato e non ti abbandonerò mai, ma tu prega per me e per la tua famiglia. Ci hai insegnato l’amore e la gioia: non ti dimenticheremo”. La vicenda di Alessio Chiarovano aveva commosso tutti perché il piccolo aveva avuto la possibilità di abbracciare i suoi beniamini, i calciatori della Juventus, tra cui Paulo Dybala. Alessio Chiarovano lascia il papà Mauro, la mamma Cristina, la sorella maggiore Giulia, il fratello gemello Davide, i nonni Rita ed il Ernesto e quella che chiamava la nonna bis Tersilla. Nelle stesse ore, ha perso la vita la piccola Gabriella, uccisa dalla leucemia a 12 anni.