Home Cronaca Stupratore seriale di Roma, chiesto il giudizio immediato

Stupratore seriale di Roma, chiesto il giudizio immediato

CONDIVIDI

Cristi Popa, il 25enne rumeno, arrestato nello scorso settembre a Roma per violenza sessuale, sequestro di persona, rapina e lesioni potrebbe essere giudicato con il rito abbreviato. Popa, vero e proprio stupratore seriale, aveva seminato il terrore dapprima violentando brutalmente tre prostitute che lavoravano sulla Via Salaria e poi aggredendo e stuprando una donna senza fissa dimora tedesca di 57 anni a Villa Borghese. In quest’ultimo caso agì legando ad un albero la donna e derubandola alla fine dello stupro.

I pubblici ministeri Silvia Santucci e Claudia Alberti, coordinati dal procuratore aggiunto Maria Monteleone, hanno chiesto il giudizio immediato dopo aver appurato e verificato tutti i reati commessi dal 25enne. In uno degli stupri sulla Salaria avrebbe aggredito la prostituta perché si era rifiutata di acconsentire ad alcune sue richieste e dopo averla violentata l’avrebbe legata con dei lacci di scarpe e l’avrebbe derubata di 400 euro e del cellulare. L’uomo avrebbe poi agito con modalità analoghe con le altre due prostitute. In tutti i casi oltre all’abuso sessuale non sono mancati i pestaggi fatti di calci e pugni e le pesanti minacce di morte.

F.B.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here