Home Politica Berlusconi: “I Grillini più pericolosi dei Comunisti del ’94”

Berlusconi: “I Grillini più pericolosi dei Comunisti del ’94”

CONDIVIDI
Berlusconi
(Archivio)

Silvio Berlusconi, leader storico di Forza Italia, si prepara per l’ennesima volta nella sua vita, dall’ormai lontano 1994, ad affrontare da protagonista le elezioni politiche.

Nonostante sembra sia sicuro che l’ex cavaliere non si possa candidare, comunque Berlusconi rimane in prima linea al punto che il suo nome e il suo volto, nonostante tutto, compariranno nel logo della formazione di centro-destra. Ieri Berlusconi, in un intervento al vertice di Confapi (piccola e media industria privata), ha voluto anticipare alcuni punti programmatici fondamentali del suo partito:

“Serve un cambiamento radicale per poter realizzare uno Stato, una fiscalità, una burocrazia, una giustizia all’altezza delle nostre ispirazioni e di quello che dovrebbe essere l’ispirazione di uno Stato veramente democratico e libero”.

“Sono ancora in campo per introdurre nella gestione della cosa pubblica la cultura del fare, dell’esperienza, dei risultati concreti. Voglio evitare che il Paese cadi in mano a questi Cinquestelle che oggi costituiscono il più grande pericolo per tutti noi. Li conosco bene: sono gente senza arte né parte, senza professione, senza competenze o esperienze. L’87% dei loro parlamentari non ha mai fatto una dichiarazione dei redditi e quindi non ha mai lavorato. Sostengono un programma delirante che manderebbe in rovina tutti noi che invece vogliamo portare alla guida del Paese persone che provengono dalle imprese, dalle università, dagli alti livelli del volontariato”.

“Oggi il grande pericolo è il M5s, un pericolo peggiore di quello dei comunisti del 1994”. Lo ha detto lo stesso Berlusconi, collegandosi in serata con il Tg5. “I 5 Stelle sono un partito irresponsabile, fatto di gente impreparata. Guai ad affidare il Paese a chi propone un programma economico delirante fatto di tasse sulla casa e sulla successione, manderebbero in rovina il nostro Paese”.