Home Politica Di Battista choc: Lascio la Politica, ecco il motivo

Di Battista choc: Lascio la Politica, ecco il motivo

CONDIVIDI

Alessandro Di Battista, uno dei leader del Movimento 5 Stelle, in una diretta Facebook ha annunciato che lascerà la politica e non si candiderà per il prossimo Parlamento. La decisione ormai è ufficiale e, stando alle parole del deputato, assolutamente irrevocabile. Ecco le sue parole:

“In maniera molto leale e sincera sono qui per darvi una notizia: ho deciso di non ricandidarmi in Parlamento alle prossime elezioni. E’ una scelta mia, non è legata al Movimento. Ma – precisa – non lascio il Movimento, non succederà mai. E’ una mia seconda pelle. Lo sosterrò sempre ma al di fuori dei palazzi istituzionali”.

“Il Movimento ha cambiato la mia vita, mi ha fatto crescere come uomo. Mi ha permesso di lottare per le idee in cui credo”.

“E’ una scelta di cuore: prima di entrare in Parlamento – racconta Di Battista – mi occupavo di cooperazione internazionale, scrivevo per il blog. E’ quello che voglio continuare a fare per un po’, dall’estate prossima e quindi dopo la campagna elettorale: partire e andare in alcuni luoghi del mondo per raccogliere idee, esperienze, proposte di politica innovativa”.

“Non nego – continua il deputato – che la nascita di mio figlio è come se avesse dato ancora più benzina a una scelta che era già presa. Quando ti nasce un figlio inizi a pensare moltissimo al tuo futuro, alle tue reali aspirazioni, ai tuoi sogni. E tra i miei sogni c’è la scrittura: continuare a combattere dal punto di vista politico anche attraverso la controinformazione e la scrittura. Tra qualche giorno uscirà un libro che ho scritto sul Movimento, su questa scelta e sulla paternità”. “Voglio dedicarmi a mio figlio e anche per questo ho preso questa decisione”, ha aggiunto.

“Diranno che ci sono dei dissidi tra me e Grillo o tra me e Di Maio: è l’esatto contrario. Per me Beppe – sostiene Di Battista – è un esempio e Luigi, oltre a essere un esempio, che stimo tantissimo, è proprio un fratello. Lo sosterrò e sosterrò tutto il Movimento, solo che farò la campagna elettorale da non candidato”.