Home Politica Micari, la moglie: stop politica, torna a fare rettore

Micari, la moglie: stop politica, torna a fare rettore

CONDIVIDI

La moglie di Fabrizio Micari, candidato alle elezioni regionali del centro-sinistra Fabrizio Micari, ieri mattina è stata intervistata dal programma di Rai Radio1 Un Giorno da Pecora, condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. Giusy Lenzo, questo il suo nome, ha voluto spegare come la volontà del marito era quella di diventare presidente della Regione e cambiare le cose. Vista la sconfitta Micari, che non è attaccato alla poltrona politica, tornerà subito al suo lavoro, che è quello di rettore all’Università. Ecco le parole della signora Lenzo:

“Fabrizio ha incassato questa forbice così grande tra lui e gli altri candidati, non pensavamo. Del resto sapevamo di non potercela fare”. “Diciamocelo pure: in un mese e mezzo, coi mezzi che avevamo a disposizione, Fabrizio ha fatto tutto quello che ha potuto”.

Cosa vi ha stupito in particolare? “Vedendo che in tv dall’Annunziata Musumeci non conosceva nemmeno i nomi degli impresentabili nelle liste, non ci saremmo aspettati che la Sicilia rispondesse con un voto così alto per lui. Ecco, questo un po’ ci fa impressione, lo shock è stato questo”. Come avete passato la scorsa notte? “All’Acanto, vicino al nostro comitato elettorale, dove abbiamo preso un buon aperitivo. Abbiamo bevuto un bicchiere di bianco di Tasca d’Almerita”. Siete rimasti lì sino a tardi? “No, poi siamo andati a letto e oggi, come tutte le mattine, ci siamo alzati molto presto, alle 5.45″. E come ha commentato suo marito i primi risultati?”Io ho detto ‘che disastro’, mentre Fabrizio è rimasto sorpreso dalla forbice…”

Domani suo marito tornerà all’Università? “Si – ha detto a Rai Radio1 – domattina tornerà a fare il rettore”. Come lo consolerà stasera? “Io sono una buona cuoca, ci farò qualcosa che gli piace. Magari quel mix di pesce che a lui piace tanto”. Lei, che si è detta davvero di sinistra, non sarà state felice di vedere suo Alfano ha detto una cosa assurda, cioè che se mio marito fosse stato con loro, a destra, avrebbe preso più voti…” Crede che Matteo Renzi abbia scritto a suo marito? “Non glielo ho chiesto”.