Home Cronaca Papa Francesco: “Oggi il mondo è di nuovo in guerra”

Papa Francesco: “Oggi il mondo è di nuovo in guerra”

CONDIVIDI

Dopo la Sicilia lo sbarco degli alleati sul fronte italiano, durante la seconda guerra mondiale, avvenne sul fronte di Anzio e Nettuno. E proprio a Nettuno, al cimitero dove ci sono le croci di 5mila soldati americani caduti per ridarci la libertà, Papa Francesco è voluto venire ad omaggiare i defunti a causa di una guerra, e ha scelto di proposito questo posto come monito per la nostra e le future generazioni. E’ la prima volta in assoluto che un Papa celebra la messa per la ricorrenza del 2 novembre in questo cimitero militare.

Bergoglio nel giorno dedicato alla scomparsa dei nostri cari, a chiesto al mondo intero di non dimenticare le lacrime di madri, padri, mogli, figli di chi è morto in guerra. “La preghiera che viene alla mente a tutti noi quando guardiamo questo cimitero. Per favore Signore fermati: non più, non più la guerra, non più questa strage inutile”.

“Oggi il mondo è nuovamente in guerra e si prepara a farlo più fortemente. Con la guerra si perde tutto”. Racconta poi di quell’anziana ad Hiroshima “che con rassegnazione, guardando le rovine diceva: ‘Gli uomini fanno di tutto per dichiarare e fare una guerra, e alla fine distruggono se stessi’. Le lacrime che le donne piangevano quando arrivava la posta con la notizia della morte di un marito o di un figlio sono lacrime che l’umanità oggi non deve dimenticare”. E ancora ” Quando gli uomini fanno la guerra sono convinti di fare un mondo nuovo, una primavera e invece finisce
in un inverno brutto crudele e regno di morte”.

Dopo la visita al cimitero di Nettuno, Papa Francesco ha voluto rendere omaggio di persona alle 335 persone che, il 24 marzo del 1944, vennero assassinate dai nazi-fascisti alle Fosse Ardeatine. Questa la frase che il Sommo Pontefice ha vergato sul libro d’onore del Sacrario: “Questi sono i frutti della guerra: odio, morte, vendetta…Perdonaci, Signore”.